Bunker del Monte Soratte: orari e prezzi

Oggi vi faccio fare un tuffo nella storia: il Bunker del Monte Soratte, ecco orari e prezzi per visitarlo. Anche noi bambini possiamo divertirci e imparare un po’ di storia.

Ludo the Imp - Bunker SoratteCiao Tesorini, sono finalmente tornata e oggi vi racconto di una bellissima gita fuoriporta che ho fatto con i miei genitori e tutti i nostri amici ad inizio ottobre: il Bunker del Monte Soratte, un vero tuffo nella storia per noi bambini! Ecco anche qualche dritta su giorni, orari e prezzi.

Una piovosa domenica mattina di ottobre, i miei genitori in compagnia di 3 coppie di amici, tra cui la mia amichetta del cuore Lavinia e la mia fashion friend Francesca Romana Capizzi, hanno colto l’occasione di portarci a visitare il Bunker del Monte Soratte, una intricata e fitta rete di gallerie della ex-zona militare sita nelle vicinanze del paese di S. Oreste, ultimo comune della provincia Nord di Roma, al confine con quelle di Rieti e Viterbo.

Il Bunker del Monte Soratte è visitabile solo su prenotazione e il costo è di 10 euro per gli adulti e 5 euro per noi bambini.

Dal punto di incontro convenuto, il famoso Bar del Fosso nei pressi del Comprensorio privato Olgiata, il tragitto in macchina è durato all’incirca una oretta: abbiamo percorso l’autostrada A1 e abbiamo preso l’uscita Ponzano–Soratte, poi abbiamo seguito la strada in salita per il centro del paese di Sant’Oreste (ulteriori 8 km) e siamo arrivati, così, alle pendici del Monte Soratte!

Parcheggiata la macchina in uno spazio preposto, antistante l’ingresso, tutti armati di ombrelli, ci siamo diretti alla biglietteria per ritirare i tickets di ingresso e lì abbiamo avuto l’opportunità, compresa nel costo del biglietto, di visitare rapidamente un museo di cimeli risalenti alla Seconda Guerra Mondiale: motociclette, uniformi, armi e proiettili, fotografie, maschere antigas, etc etc.

La struttura è gestita da un’Associazione culturale formata da ragazzi bravissimi e molto preparati che, scevri da legami intellettuali e politici, ben riescono a valorizzare, riesumare ed esorcizzare la storia, i miti e le leggende che gravitano attorno alle gallerie della ex-zona militare del Monte Soratte.

Tesorini, io vi suggerisco di prenotare con largo anticipo la visita, poiché si tratta di visite guidate con partenza ogni 20 minuti circa, per gruppi composti da un prefissato numero di partecipanti!!

Biglietti alla mano, ci siamo diretti all’ingresso del Bunker del Monte Soratte, attraversando uno slargo sterrato adorno di razzi e carri armati di ogni sorta….che paura…..brrrrrr!!!

Qui, una volta che il gruppo si è compattato, ci hanno fatto entrare, attraverso una porta blindata enorme che avevo visto solo nei film di 007, in una sala enorme e buia e ci hanno fatto accomodare su delle vecchie casse delle munizioni….a mio papà brillavano gli occhi, visti i suoi trascorsi militari!

Le pareti erano tappezzate di mappe geografiche dell’epoca, intono spolette e razzi di ogni sorta, suppellettili variegate e qualche uniforme, rendeva l’atmosfera davvero terrificante….si respirava aria di antico, un vero tuffo nella storia per noi bambini!!

La nostra guida, attirate le nostre attenzioni, ci ha fatto subito delle raccomandazioni, prima tra tutte di non toccare assolutamente nulla, di rimanere compatti e ascoltare alla lettera ogni suo suggerimento.

Poi ci ha fatto una bellissima narrazione storica, molto dettagliata e avvincente, che ha rapito anche la curiosità dei più piccoli….una fitta trama, avvolta di mistero, paurosa e intrigante al tempo stesso!

Il tutto inizia nel 1937 quando, per volere di Benito Mussolini, furono scavate da operai italiani delle lunghe gallerie all’interno del Monte Soratte, che sarebbero dovute servire da rifugio antiaereo per le alte cariche dell’Esercito Italiano: i lavori furono svolti sotto la direzione del Genio Militare di Roma e, ancora oggi, questo dedalo ipogeo costituisce una delle più grandi ed imponenti opere di ingegneria militare presenti in Europa.

Nel settembre del 1943, il “Comando Supremo del Sud” delle forze di occupazione tedesche in Italia, guidato dal Feldmaresciallo Albert Kesselring, si stabilì sul Soratte e per circa dieci mesi, le gallerie si prestarono come valido rifugio segreto per le truppe naziste.
Pensate che la guida ci ha raccontato che il bunker resistette al pesante bombardamento del 12 maggio 1944, effettuato da due stormi di B-17 alleati, partiti appositamente da Foggia per distruggere il quartier generale tedesco al Soratte.
Sembrerebbe che, prima di abbandonare l’area, il Feldmaresciallo dette ordine di minare ed incendiare tutto il complesso ipogeo e di interrare delle casse contenenti parte dell’oro sottratto alla Banca d’Italia: le stesse non sono mai state ritrovate, ma non vi nascondo che ognuno di noi, ha buttato un occhio nei vari meandri oscuri!!
Nel dopoguerra il Bunker del Monte Soratte visse periodi di totale abbandono.
Fu solamente nel 1967, durante gli anni della Guerra Fredda, che, sotto l’egida della N.A.T.O., venne modificato un tratto delle gallerie, che assunse l’aspetto di bunker anti-atomico, che avrebbe ospitato il governo italiano e il Presidente della Repubblica in caso di attacco atomico sulla capitale: bellissima la stanza del Presidente, con la scrivania e la sala comandi, ed incredibili gli accorgimenti che sono stati adottati durante la costruzione, dai materiali, agli effetti luminescenti, alle tecniche d’avanguardia!!
Il percorso visitabile all’interno del Monte Soratte, si articola in un dedalo di gallerie lungo circa 1 Km (tutto il percorso in realtà è lungo circa 4 km….una vera e propria città sotterranea!).
Si percorre agevolmente in una oretta e mezza, è pianeggiante e facilmente affrontabile da anziani e bambini…unico consiglio: copritevi bene, perché dentro è davvero freddino e umido (la temperatura è tra gli 8 e i 12 gradi)!

Finita la visita, fatte le foto di rito, con i nostri amici abbiamo deciso di concludere la giornata insieme con un bel pranzo, in un ristorante carinissimo sito al centro di S.Oreste.

Abbiamo trascorso davvero una giornata indimenticabile che ci ha permesso, oltre che stare insieme, di fare un vero tuffo nella storia per noi bambini!

Vi saluto ciccini e vi rinvio al prossimo post.

Ludo the Imp

 

bunker del monte soratte orari e prezzi

Ludo the Imp - Bunker Soratte

 

Ludo the Imp - Bunker Soratte

Tips of the day

Ludo the Imp
Ludo the Imp

Fashion blogger bambini- Ludo the Imp è il mio nome, la frase che più mi identifica è "papà vuoi capire che sono femminaaaaaa?" Urlo a squarciagola, faccio la spia con gusto e attendo calorosamente che mio fratello venga punito pubblicamente. Mi cambio in continuazione perché mi piace essere bella. Se volete interagire con me dotatevi di un paraorecchi e di tanta pazienza.

10 Comments
  1. E’ una vita che vorrei visitare il bunker ed organizzare un’escursione sul Monte Soratte…ma tra una cosa e l’altra non riesco mai! Spero con la primavera di riuscire a realizzare questa iniziativa, Intanto, grazie, segno i tuoi consigli!

  2. Ho visitato qualche anno fa il Monte Soratte ed il Bunker al suo interno, era una gita organizzata per promuovere il libro di un amico: Aurelio Santopadre “Il tesoro di Sant’Oreste”, ambientato proprio in quelle zone nell’immediato dopoguerra… Dillo a nonno, lo leggerà volentieri!!!

Lascia un messaggio nel nostro Fashion Blog

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.