Nuovo renault kadjar test drive nel deserto di bardenas reales

Ciao, la fashion e travel blogger oggi ha preso il posto di Gianluca e vi porta nel deserto di Bardenas Reales in Spagna alla scoperta del Kadjar, il nuovo crossover di Renault.
Ho partecipato al suo test drive e vi descriverò la mia esperienza dal punto di vista di una donna. Chi l’ha detto che le auto grosse le devono guidare solo gli uomini?

Il 16  e 17 Giugno sono partita per la Spagna per provare su strada il nuovo crossover di Renault, il Kadjar. Di solito siete abituati a leggere i post della sezione auto di Gianluca, molto esperto del settore. Ammetto. non sono cosi esperta come lui, mi piace guidare e penso di avere una guida abbastanza sportiva, un pò da uomo.  Amo le avventure e non ho paura di provare nuove esperienze, ma in fatto di motori mi sento molto donna, per cui proverò a descrivervi la mia esperienza dal punto di vista femminile.
Appena arrivati in aeroporto, dopo un breve briefing, abbiamo preso possesso di una splendida Kadjar rosso fiammante nella versione Energy TCE 1.2 a benzina. L’auto è elegante, spaziosa e sopratutto comoda.  Il cassettino davanti è molto spazioso, perfetto per contenere tutti i documenti ed anche un beauty d’emergenza per noi donne. La vettura dispone di 7 casse per ascoltare con un perfetto surround la nostra musica preferita e sono firmate Bose. Niente è lasciato al caso, compreso il colore rosso, unico disponibile per questo modello, che dona alla vettura un senso di classe ed eleganza.
Come prima tappa ci dirigiamo vero l’Expo 2008 di Saragozza aperto per l’occasione solo per noi, perfetta e bellissima location per fare delle foto. Qui finalmente prendo possesso dell’auto, dando il cambio al mio compagno. Il sedile è attrezzato anche per i più bassi come me, si alza in altezza ed è facile da regolare, basta un piccolo click sulla levetta posta sulla sinistra del sedile e sei pronto per affrontare la strada.
Il Kadjar si guida davvero molto bene, facile e maneggevole. Il volante è comodo, i rivestimenti interni sono molto curati, il computer di bordo è facile ed intuitivo e sul display del contachilometri appare il limite di velocità che un allarme ti avvisa quando lo superi, utilissimo a mio avviso.
L’auto è robusta e stabile anche se ogni tanto ad alta velocità in autostrada perdeva un pò di aderenza, perchè purtroppo c’era un vento fortissimo. inoltre il motore era un 1.2 benzina, un pò bassino per un’auto di questo tipo, Renault punterà infatti molto sul 1.5 e 1.6  diesel che trovo più adatti per il modello.
Il team che si occupa del progetto Kadjar è giovane, scelto secondo me per dare uno spirito fresco al brand, Renault punta molto su questo modello, perchè entra cosi in una fetta di mercato, quella dei crossover, fino ad ora scoperta. Pensato per le famiglie e per gli uomini d’affari anche come auto aziendale, ma io spero che verrà venduta molto anche alle donne perchè è grande ma non troppo, è solida, si guida bene è spaziosa,  si sa noi donne abbiamo sempre molto bisogno di spazio in auto, ma sopratutto perchè secondo me ha delle  linee pulite ed eleganti.
I modelli disponibili in Italia saranno (Bose, Intens, Life, Zen).
La location scelta da Renault per la vera prova su strada è quella del deserto del Bardenas Reales, un parco naturale dichiarato riserva della biosfera dall’Unesco situato nel centro della Spagna a circa 1 ora da Saragozza, una location da sogno.  Ci viene fornita la versione 4×4  Dci 130 1.6 diesel in marrone, nulla è lasciato al caso.  A differenza della precedente versione, questa è decisamente più pesante ed il volante forse è un pò meno maneggevole nelle manovre, ma si guida bene sullo sterrato e nel fango. La nostra auto subirà da subito il battesimo del fango, diventando completamente camouflage, della serie se dobbiamo provarla la proviamo bene e devo dire che non ci ha deluso.
 Il percorso di 2 ore è stato davvero interessante, il deserto del Bardenas Reales è una meraviglia della natura e l’auto si è comportata benissimo sullo sterrato, nel fango e su strada.
Sul contachilometri viene visualizzata la percentuale di 4×4 che stiamo utilizzando, sia anteriore che posteriore. A differenza della versione del giorno precedente questa è leggermente meno tecnologica, non ha la visualizzazione del parcheggio sul computer di bordo e non ha lo spostamento del sedile elettrico, ma sono davvero dei piccoli particolari.
Sono una donna e come la maggior parte delle donne non vado in 4×4 e non faccio pazzie su strada. Non ho fatto grandi cose alla guida ma posso dire che anche andando leggermente più veloce sullo sterrato la vettura rimane comunque ben piantata ed anche nel fango si è comportata bene.
Terminato il giro nel deserto abbiamo riconsegnato la 4×4 e per il tragitto verso l’aeroporto abbiamo utilizzato nuovamente la Kadjar rosso fiammante.  Purtroppo, arrivati a destinazione, abbiamo dovuto riconsegnarla. Da domani tornerò ad utilizzare il mio scooter e la mia piccola utilitaria…..purtroppo.
Ringrazio Renault e tutto lo staff per la bellissima esperienza, che spero di ripetere.
Grazie anche a Gianluca.

Fede
una fashionista con lo zaino e le unghie rosse
appassionata di avventure.

Hello, the fashion and travel blogger that today has taken the place of Gianluca and takes you into the desert of Bardenas Reales in Spain to discover  Kadjar, the new crossover of Renault.
I participated at the test drive and I’ll describe you my experience from the perspective of a woman. Who said that big cars should be driven only by men?
On the 16th and 17th of June I left for Spain for the test drive of the new crossover of Renault, the Kadjar. Usually you are used to read the posts about cars of Gianluca, that is very expert. I admit. i’m not so expert as him, I like to drive and I think I have a pretty sporty driving, I love adventures and I’m not afraid to try new things, but about engines I feel very woman, so I’ll try to describe my experience from the female point of view.
Upon arriving at the airport, after a short briefing, we got a wonderful red Kadjar TCE version 1.2 E petrol. The car is stylish, spacious and above all comfortable. The front drawer is very spacious, perfect to hold all the documents and even an emergency beauty for women. The car has 7 speakers to listen with a perfect surround our favorite music and are signed Bose. Nothing is left to chance, including the red color, unique for this model, which gives the car a sense of class and elegance.
As a first step we head the Expo 2008 in Zaragoza opened for the occasion only for us, perfect and beautiful location to take pictures. Here I finally started to drive the car. The seat is also equipped for not so tall people like me, gets up in height and is easy to adjust, just a small click on the lever on the left side of the seat and you’re ready to face the street.
The Kadjar to drive is easy. The steering wheel is comfortable, the interiors are beautifully maintained, the onboard computer is easy and intuitive, and the display shows the speed limit that an alarm will alert you when you exceed it, very useful in my opinion.
The car is strong and stable even if sometimes at high speed on the highway lost a bit of grip, because unfortunately there was a strong wind. Also the engine was a 1.2 petrol, a bit small for this type of car, Renault will focus on the 1.5 and 1.6 diesel that I find most suitable for the model.
The team in charge of the Kadjar project is young, they chose it  for me to give a fresh spirit to the brand, Renault is focusing on this model, because take place in a slice of market the one of the  crossover, that at the moment was empty. Designed for families and for business people as well as a company car, but I hope it will be sold very well also for women because it is big, but not too much, it’s solid, you drive it well and is large, but mostly because in my opinion has  clean lines and it’s elegant.
The location chosen by Renault for the real road test is the desert of Bardenas Reales, a natural park declared a biosphere reserve by UNESCO in the center of Spain at about 1 hour from Zaragoza, a dream location. They give us the 4×4 dCi 130 version 1.6 diesel in brown, nothing is left to chance. Unlike the previous version, this is definitely heavier and the steering wheel is perhaps a little less easy to handle, but it drives well on dirt and mud. Our car will have an immediate baptism of mud, becoming completely camouflage.
 The path of two hours it was really interesting, the desert of Bardenas Reales is a wonder of nature and the car behaved very well on dirt, mud and road.
On the speedometer displays the percentage of 4×4 that we are using, both front and rear. Unlike the previous version of the day before this is slightly less technology, does not have the display of the parking on-board computer and does not have the elctric moving seat, but are really small details.
I’m a woman, and like most of the women i don’t usually go on a 4×4 and I don’t  do crazy things on the road. I did not do great things on the road but I can say that even going slightly faster on dirt the car remains well planted in the mud and also behaved well.
After the tour in the desert we gave back the 4×4 and for the way to the airport we used again the red Kadjar. Unfortunately, we arrived at our destination, we had to return it. From tomorrow I will return to use my scooter and my small car ….. unfortunately.
Many thanks to Renault and thanks to  all the staff for the wonderful experience, which I hope to repeat.
Thanks also to Gianluca.

Fede
a fashionista with a backpack and red nails
Passionate of adventures.

Francesca Romana Capizzi
Francesca Romana Capizzi

fashion blogger di roma, amo condividere la mia passione per la moda e soprattutto definirmi l'unica, vera, originale (s) fashion blogger

19 Comments

Lascia un messaggio nel nostro Fashion Blog

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.