Il richiamo della foresta 2020

Io e mio figlio abbiamo avuto il piacere di assistere, a Roma, all’anteprima italiana de “Il Richiamo della Foresta”, che uscirà in tutte le sale italiane il 20 Febbraio 2020, un film bellissimo che è riuscito a far commuovere anche il Marito. Ecco la nostra recensione!

anteprima roma il richiamo della foresta 2020

All’anteprima romana (e italiana) de Il Richiamo Della Foresta 2020 , la versione live action firmata Disney del famoso romanzo di Jack London e che ha come protagonisti Harrison Ford e Omar Sy, c’erano tanti bambini ma solo uno ha versato una quantità di lacrime tale da poter ricreare il diluvio universale: mio figlio.

E ovviamente anche io mi sono commossa e, incredibile ma vero, anche mio Marito, l’uomo più anaffettivo al mondo, ha versato qualche lacrimuccia.

Cos’ha di speciale la versione 2020 de Il Richiamo della Foresta?

La prima grande differenza è Harrison Ford, che a 77 anni sfoggia un fisico perfetto e dà prova di essere il grande attore che abbiamo scoperto con Star Wars.

E poi il film è un live action con l’inserimento di animali creati al computer o rimaneggiati in CGI, come Buck, il cane protagonista che con il suo coraggio e la sua determinazione sfida tutto e tutti per proteggere chi ama.

Gli umani sono Harrison Ford nei panni di John Thornton e Omar Sy nei panni di Perrault, il primo essere umano a credere in Buck.

La trama è quella del romanzo di Jack London: Buck cane di proprietà di una famiglia dell’alta borghesia, viziato e combinaguai, viene rapito e spedito nello Yucon per diventare un cane da slitta.

E’ il periodo della corsa all’oro e il clima è di puro delirio, tutti sono a caccia del mezzo migliore per arrivare all’oro e di dove trovarlo.

Buck finisce nel mezzo di questa corsa pazza e disperatissima e viene maltrattato fino a che non incrocia la strada del postino Perrault, la cui slitta ha bisogno di un cane robusto e veloce per consegnare la posta.

In questa occasione, Buck incontra per la prima volta anche John Thornton con cui ci sarà uno scambio di favori in vari incontri successivi fino a che John non lo salverà da un cercatore d’oro pazzo e crudele e ne farà il proprio cane.

Il resto, ovviamente, non ve lo racconto perché dovete andare al cinema e scoprirlo da soli.

Quello che vi posso dire è che se Harrison Ford è un grande attore, la Disney è stata molto brava nella realizzazione in CGI di Buck.

Ricreare un animale al PC è un grandissimo rischio ma Buck è adorabile e trasmette in modo forte e chiaro la sua forza, la sua lealtà e la sua determinazione.

Cosa insegna ai bambini?

Tenevo moltissimo al fatto che mio figlio vedesse Il Richiamo della Foresta perché, pur essendo un bambino molto buono e educato (a detta degli altri), è spesso poco competitivo e poco coraggioso. Diciamo che fa “cauto” di secondo nome.

Era quindi importante, per me che trovasse un esempio di coraggio e sacrificio in Buck e John e così è stato.

Il libro, come il film, insegna a adulti e bambini cosa vuol dire superare i propri limiti per aiutare gli altri e cosa vuol dire essere un leader.

E’ una storia di coraggio, di amore e di lealtà, tutti valori che vorrei trasmettere a mio figlio.

Insomma ve lo consigliamo!

il richiamo della foresta 2020

anteprima roma il richiamo della foresta

Tips of the day

Selvaggia Capizzi
Selvaggia Capizzi

fashion blogger di roma, influencer over 40 amo condividere la mia passione per la moda e soprattutto definirmi l'unica, vera, originale (s) fashion blogger

10 Comments
  1. Che bello questo look! Molto carine le foto con tuo figlio. Sembra interessante questo film, grazie per la recesione. A me e’ piacuto molto il libro, cosi sono curiosa per vedere il film. Forse andro’ con mio marito, lui e’ una fan di Harrison Ford.

Lascia un messaggio nel nostro Fashion Blog

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.