Style.it and the original fashion bloggers

Today on Don’t Call Me Fashion Blogger! 


We  have started blogging together a looooong time ago: we are the original italian fashion bloggers.
We were running our blogs on a very awkward platform named Style,it
Nobody was aware of the fashion blogging phenomenon at that time and we were bloggin for pure fun.


We are still blogging for pure fun…..and we are friends.
Thanks Federica  of I Love Shopping and Diana of Diana e il suo mondo for never giving up on me even when I quit my former blog!

Abbiamo cominciato a bloggare assieme nel lontano 2007 su una sfigatissima piattaforma (nel senso che non funzionava mai niente) ovvero Style.it, tiranneggiate dalla perfida Miranda (la community manager) e prese nel mezzo di una guerra tra una Principessa sul pisello ed una acerrima rivale. 
Si può dire che siamo le prime fashion blogger italiane (e nel mio caso si vede pure hahahaha).
Nessuno ci avrebbe scommesso un euro su questo fenomeno e non ci avremmo scommesso nemmeno noi. 
Bloggavamo per divertimento. Blogghiamo ancora per divertimento.
Ma ora lo scenario è diverso e non è che mi piaccia poi tanto.
Ricordo di essere stata contattata agli inizi da un brand molto famoso e di aver sottovalutato l’impatto che avrebbe avuto una collaborazione del genere sul mio blog. 
Ma io bloggavo per divertimento e per sfuggire ad un dolore immenso.
Poi ho chiuso il blog per impegni professionali ma soprattutto personali (sono diventata mamma).
Quando poi, dopo due anni, ho aperto Don’t Call Me Fashion Blogger! avevo intuito che il fenomeno era esploso ma nel modo sbagliato, il nome del mio blog non è stato scelto a caso.
Non sono contenta. Non sono contenta di vedere le guerre tra blogger per questa o quella collaborazione. Guerre fatte di numeri, il più delle volte finti.
Sette, mafie, aggregazioni, fazioni chiamatele come volete ma le bloggers si fanno la guerra. 
Io non ci sto. Noi non ci stiamo. 
Noi ci vogliamo divertire e vogliamo essere libere di farlo come meglio crediamo.
Io scrivo di quello che mi colpisce, non mi interessa l’accaparramento, i soldi per ora non mi mancano.
Io seleziono molto e da oggi lo farò ancora di più. 
Quindi via tutto quello che ho testato e non mi ha convinta assieme a tutti quelli che non leggono il mio blog e che non sanno quindi che io non porto abbigliamento sportivo e continuano a bombardarmi di mail in cui mi chiedono di pubblicizzare le loro sneakers.
Quando mi vedrete in tuta saprete che ho gettato la spugna 🙂
Lo so sono dura ma proprio perché sono più attempata della maggior parte delle bloggers posso permettermi qualche pillola di saggezza. 
Il blog è una forma di comunicazione, non un cartellone pubblicitario. 
E proprio per questo il blog deve avere dei contenuti che rappresentino chi lo scrive e non chi glielo impone.
Ma soprattutto basta con questi numeri veri o finti che siano. 
Mi avete mai vista sbandierare i miei o lamentarmi? NO! Li volete sapere? Chiedetemeli in privato e ve li dirò. Ma io bloggo per divertimento. Punto.
Ed in questo sono sicura di rappresentare il pensiero di altre bloggers che hanno iniziato con me come Federica di  I Love Shopping e Diana di Diana e il suo mondo.

Noi siamo amiche e lo siamo da anni. E vogliamo divertirci!


Francesca Romana Capizzi
Francesca Romana Capizzi

fashion blogger di roma, amo condividere la mia passione per la moda e soprattutto definirmi l'unica, vera, originale (s) fashion blogger

128 Comments
  1. ciao!ti devo fare i complimenti per questo post ma anche per tutto il tuo lavoro che hai svolto fino adesso.non voglio fare polemiche ma basta guardare grazia.it e i suoi blogger storici e quelli futuri -prescelti,la qualità e veramente scadente di tutte le due categorie.un bacio!

  2. come non essere d'accordo?
    una guerra, a parer mio, INUTILE!
    semplicemente per apparire ancora più fighi di altri ecc.
    io, come te, lo faccio per divertirmi e soprattutto per passione!
    le collaborazioni, i regali, i soldi, ecc…vengono secondariamente al mio scopo principale che è quello di avere un piccolo spazio sul web "MIO".
    che poi le altre cose come regali possono far piacere è un altro conto..ma, per esempio, aprire un blog per i "ricevere tanti regali" è la cosa più pezzente che ho letto e sentito dire gia diverse volte!
    xoxo

    Syriously in Fashion
    Syriously Facebook Page

  3. Non posso che concordare con tutto quello che hai detto : il blog dev'essere un modo per comunicare chi si è e cosa piace purtroppo in molti casi questi punti chiave vengono smarriti. Per fortuna che ci sono ancora bloggers " pure " come te 🙂

    With love,Mia
    New post on the BecomingTrendy//BT on Facebook // BT on Twitter

  4. Ecco un'altra grande assente alla vostra mattinata, ma realmente presente, al vostro fianco, nel lungo cammino fatto dal 2007 ad oggi. Blgger per passione, non per guerra, per numeri o per invidia. Noi siamo forti, nell'anima, nello spirito, nel sorriso che abbiamo sempre, nella nostra voluta leggerezza e nella nostra VERA AMICIZIA. Vi voglio bene!

  5. C'ero ai tempi di Miranda e della Principessa, ci sono stata dopo, quando ti ho trovato. Ti conosco (anzi vi, dato che lo stesso vale per Diana e Fede… eravamo tutte lì, no?) e so che ciò che dici è verissimo!
    Io, per gli stessi motivi – come sapete penso tutte e tre – non ho mai voluto espormi in questo mondo ma non perdo di vista chi offre un valido contributo con il giusto spirito di ironia e divertimento 🙂

  6. come non concordare con te, rodersi il fegato per l'invidia e non fare altro che confabulare..non fa per me!! Io vado avanti per passione e divertimento cercando di scansare le diatribe anche se a volte cercano di mettermi in mezzo a forza..chissà perché poi…e ho le mie soddisfazioni, perché è ovvio che quelle facciano piacere, e fino a che mi divertirò continuerò con quest'avventura!

  7. 10, 100, 1000 come voi!
    La mia età ,mi preserva da invidie e competizioni In questo mio post spiegavo i motivi che mi hanno fatto conoscere il mondo delle blogger :MAY I INTRODUCE YOU THE WHITE CABBAGE ?The white cabbage blogspot -low high fashion blogspot . Sono passati 2 anni dal mio inizio e il mio piacere e i miei obbiettivi non sono cambiati, ma non posso che essere d'accordo con te ….è una guerra ,ma una sana competizione sarebbe anche accettabile ….quello che mi sconcerta è il vedere certi personaggi , che in virtù di chissà quali meccanismi ( certamente non il merito) vengono proposti o si atteggiano a guru del fashion, che pur di aprire qualche pacco dono farebbero pubblicità anche alla scopa della Befana , senza cooerenza, senza stile .
    tutte queste "collaborazioni" ma a che cosa servono , ad arraffare un bignè e un drink a qualche "evento"? pacchetti di follower acquistati con complicità degli sponsor ……….No proprio non mi piace !
    Forse per questo adoro guerdare i blog delle ragazze dei Paesi dell'Est , che hanno ancora
    meno mezzi economici rispetto a noi , ma per loro fortuna hanno ancora l'enorme piacere di fotografare un fiore del giardino , un piccol acquisto, il loro DIY, un'amica .
    Ma mi piace dire che in mezzo a tanto ciarpame qualche fiore c'è …..mi piace vederli crescere,e mi farà ancora più piacere poter dire io sono stata una delle prime follower !

    Buona giornata

    ave