ricetta delle sebadas di Sardegna

Oggi vi presento la ricetta delle sebadas, uno dei dolci tipici della mia isola, la Sardegna.
Anzi forse dovrei dire che è il dolce più noto e anche Francesca ne va matta!

La ricetta delle sebadas di Sardegna è il piatto forte di oggi. Le Sebadas di Sardegna, per chi non lo sapesse sono dolci artigianali molto richiesti che originariamente, però, erano un pasto completo. Le sebadas, fritte o al forno, sono ravioli di pasta rotondi, hanno un cuore filante di formaggio ovino fresco e brillano di miele di eucalipto o millefiori. Le sebadas nascono dalla cultura agropastorale della Sardegna, gusto forte e deciso che rispecchia il carattere della natura selvaggia dell’isola e un profumo dolce e profumato che racconta il variopinto paesaggio aromatico, ricco di fiori e frutti, aromi di lavanda, elicriso e rosmarino.

Le sebadas in origine erano un pasto completo e si facevano di grosse dimensioni, successivamente si è diffusa la variante della sebadas condita con lo zucchero e il miele, di dimensioni un po’ più piccole, che è diventata una vera attrazione culinaria per i turisti che provengono da tutto il mondo.

Vediamo insieme la ricetta delle sebadas di Sardegna, richiede tempo, pazienza e ingredienti made in Sardegna. Questo vale per tutte le ricette tipiche, la qualità e la provenienza degli ingredienti è fondamentale, altrimenti otterremo una variante e non una sebadas. La nostra fortuna è che oramai sul web possiamo acquistare comodamente da casa prodotti freschi di altre regioni.

Ingredienti per la sfoglia:

700 gr farina e/o semola fine

60 gr strutto di maiale

acqua tiepida q.b.

Ingredienti per il ripieno:

500 gr di formaggio ovino fresco (possibilmente fatto in giornata)

1 limone grattugiato

1 arancia grattugiata

Per realizzare la ricetta delle seadas di Sardegna ci occorrono un mattarello, uno stampo rotondo grande per dolci oppure, in alternativa, un tappo di un barattolo, un piano per lavorare la sfoglia, la macchina classica per la pasta, manuale o elettrica, con gli spessori regolabili, una ciotola per il ripieno e la grattugia.

1.Iniziamo a preparare il ripieno sminuzzando finemente il formaggio con un coltello oppure con la grattugia a scaglie, aggiungiamo il limone e l’arancia grattugiata e lasciamo riposare all’interno di una ciotola.

2. Preparate la sfoglia impastando la farina e/o la semola con dell’acqua tiepida che aggiungerete poco alla volta. Potete scegliere di usare solo farina, solo semola o metà farina e metà semola a vostro piacimento. Io utilizzo sempre questa terza variante, la preferisco sia come consistenza sia come facilità di lavorazione. Dopo aver amalgamato per bene la farina con l’acqua e aver ottenuto un impasto solido, aggiungete lo strutto e continuate a lavorare la pasta così ottenuta. Vi si attaccherà un po’ alle mani ma è normale, eventualmente spolverate con un po’ di semola.

3. Stendete la sfoglia di pasta con il matterello, tagliatene una striscia e passatela nella macchina per la pasta al programma più grosso per tre o quattro volte ripiegando in due la sfoglia ad ogni passaggio. Quindi cambiate programma 2-3 dipende dalla vostra macchina e stendete la sfoglia ottenuta su un piano precedentemente spolverato di semola.

4. Create delle forme rotonde con lo stampo, una vicina all’altra, tante quanto la lunghezza della sfoglia, eliminate la pasta intorno.

5. Con un cucchiaino riempite metà delle forme ottenute con l’impasto al formaggio. Coprite con un disco di pasta, come nella foto e stringete i contorni. Rigate e schiacciate le estremità con una forchetta.

Continuate finché non terminate tutta la pasta, le vostre seadas sono pronte per essere cucinate. Se non dovete consumarle tutte potete conservare in frigo per qualche giorno oppure metterle al congelatore.

Questo non è stato il mio caso, dopo averle cucinate, il team di Don’t Call Me Fashion Blogger capitanato da Francesca, le ha degustate con molto piacere.

Friggete in olio ben caldo e non rigiratele, bensì versate l’olio caldo nella parte superiore, una volta che la seadas si sarà gonfiata toglietela e versatela in un piatto, guarnite con del miele e scorza d’arancia o semplicemente con dello zucchero.

Vi è piaciuta la ricetta delle sebadas?

Roberta

The recipe of seadas of Sardinia is the highlight of today. The Sebadas of Sardinia,fried or baked, are round ravioli pasta, with a heart of stringy fresh sheep’s cheese and dressed with eucalyptus honey or wildflower.
Let’s see the recipe of sebadas of Sardinia, it takes time, patience and ingredients made in Sardinia. 

Ingredients for the filling:

500 grams of fresh sheep cheese 

1 grated lemon

1 grated orange

one large round cake pan,  a plan for working the dough, a classic pasta machine, manual or electric, a rolling pin, with adjustable thickness, a bowl for the filling and the grater.

1.Prepare the filling finely chopping the cheese with a knife or with flake it with a grater, lemon and add the grated orange and let rest in a bowl.

2. Prepare the dough by mixing the flour and / or semolina with lukewarm water that you will add a little at a time. 

3. Roll out the pastry dough with a rolling pin, cut a strip and pass it into the pasta machine to the largest program for three or four times, folding the dough into two with each pass. 

4. Create the round shapes with the mold, close them together, as many as the length of the dough, remove the excess around.
5. With a teaspoon fille half of the forms obtained with the mixture to the cheese. Cover with a circle of dough, as in the photo and tighten the contours. Crush ends with a fork.
Your seadas are ready to be cooked. If you do not eat them all, you can keep in the fridge for a few days or put them in the freezer.
Fry in hot oil, pour the hot oil at the top, once the seadas will be inflate remove them and put them in a dish, dress with honey and orange peel or simply with sugar.

Roberta

02_pardule
ricetta delle seadas – preparazione della sfoglia
ricetta delle sebadas
frittura della seadas
16_pardule
seadas con miele e scorza d’arancia

03_pardule 07_pardule 08_pardule 09_pardule ricetta delle sebadas 12_pardule 13_pardule

 

Roberta Saba
Roberta Saba

Gluten free food blogger Ciao a tutti, sono Roberta ho 35 anni e sono una gran chiacchierona. Amo viaggiare, scoprire, creare, leggere e sono curiosa, molto curiosa!! Uno dei miei hobby è cucinare e mangiare bene.

5 Comments

Lascia un messaggio nel nostro Fashion Blog

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.