Quando torneremo a uscire?

This post is also available in: English (Inglese)

Guardando queste foto, scattate prima del lockdown, mi chiedo quando torneremo a uscire da casa. La curva dei contagi da Covid 19 scende ma lo fa molto lentamente e questo ci deve far riflettere sia sulle effettive tempistiche che sulla possibilità di riprendere una vita normale.

quando torneremo a uscire sopo il coronavirus

Quando torneremo a uscire? Devo dire che questa domanda è sempre rimasta nel mio retro cranio ma rivedendo questa foto, scattate solo un mese fa, prima del lock down mi sono chiesta ufficialmente quando finirà questa “reclusione” forzata ma soprattutto a che tipo di qualità di vita andremo incontro una volta finita la quarantena.

Da buon biologo con qualche nozione di virologia e di epidemiologia sono convinta che il processo non solo sarà lungo ma anche tortuoso.

Quando torneremo a uscire?

Ci sono una serie di condizioni che si devono verificare prima di poter porre fine all’isolamento: il numero di contagi/giorno deve scendere al di sotto di una certa cifra (la curva dei contagi deve scendere e poi appiattirsi) e occorre garantire che non si verifichino più le condizioni di diffusione del contagio che ci sono state in passato.

In poche parole la vera domanda non è quando torneremo a uscire ma come torneremo a farlo.

Già perché anche quando la curva dei contagi sarà finalmente al di sotto del valore richiesto per la riapertura graduale di imprese e attività e il numero di guariti supererà abbondantemente i contagi e potremo tornare a uscire non lo faremo nello stesso modo di qualche tempo fa,

Di sicuro dovremo modificare radicalmente il nostro modo di fare. Per almeno un anno dovremo fare a meno di abbracci e  baci quando ci incontriamo (ed è probabile che questa abitudine alla fine rimanga scolpita nei nostri comportamenti sociali) e la nostra vita sociale sarà molto limitata. Bar e ristoranti riapriranno ed è molto probabile che dovranno garantire una certa distanza tra gli avventori e il contenimento del loro numero, lo stesso sarà per supermercati e mercati e anche all’interno di aziende o palestre.

Insomma non staremo più vicini vicini.

Quali scenari si prospettano al termine del lock down?

Probabilmente non potremo viaggiare e molto probabilmente ci dovremo dimenticare le spiagge super affollate della scorsa estate. Per quanto tempo? Probabilmente fino all’arrivo del vaccino.

Non concordo invece sull’utilizzo delle mascherine paventato dall’assessore alla sanità lombarda Gallera, un ragazzone molto longobardo che ogni giorno dà il bollettino della regione lombardia in modo anche forse troppo “longobardista”.

Nel senso che l’Italia è una sola e se il nord è stato duramente colpito da questo contagio ciò non vuol dire che al resto dell’Italia non gliene importi nulla sennò non staremmo tutti tappati dentro casa.

Basta con queste divisioni che on corrispondono nemmeno al sentito del popolo, stiamo facendo la storia tutti assieme. Quando usciremo da questa situazione potremo dire che lo abbiamo fatto tutti assieme. Mi sembra importante ricordarlo sempre.

I was wearing 

Leopard print dress found at Femme Luxe Finery

look maculato 2020

quando torneremo a uscire

quando torneremo a uscire

quando torneremo a uscire

Tips of the day

Selvaggia Capizzi
Selvaggia Capizzi

fashion blogger di roma, influencer over 40 amo condividere la mia passione per la moda e soprattutto definirmi l'unica, vera, originale (s) fashion blogger

22 Comments
  1. Mi trovo pienamente d’accordo con il tuo punto di vista. Prima di tornare alla tanto amata quotidianità, procederemo per step fino a quando non avremo un vaccino che ci renda immuni da questo virus. Sono fiduciosa, ce la faremo
    R.

  2. Io non vedo l’ora di poter di nuovo uscire, passeggiare, prendere i mezzi per andare al lavoro, andare a teatro, al cinema, nei pub con gli amici. Purtroppo la cosa sarà ancora lunga ma spero che per la fine di maggio si possa cominciare ad uscire. Penso che ci saranno comunque ristrettezze, quindi obbligo di mascherina, bisognerà mantenere le distanze, però piano piano si potrà tornare alla vita di sempre. Sarà faticoso all’inizio, ma ce la faremo

  3. Hai ragione la penso come te cara amica. In quanto alle divisioni nord e sud purtroppo ci sono sempre state. Dobbiamo far capire ai nostri figli, alle nuove generazioni, che facciamo tutti parte di uno stato magnifico, senza frontiere, senza distinzioni. In quanto al look pazzesco come sempre!

  4. Anch’io soffro dell’isolamento forzato, ma deve prevalere il buon senso e il desiderio che finisca presto. Bello l’abito, anche se in questo momento l’aspetto fashion è moooolto secondario, purtroppo

  5. Non so cosa ci aspetta dopo la pandemia e come cambierà la nostra vita. Sicuramente sarà diversa e sono spaventata all’idea di dover rimandare ancora alcuni miei progetti personali a cui tengo molto. Forse il destino vuole così. Intanto spero che questo incubo finisca quanto prima.
    Maria Domenica
    P. S. Il tuo outfit è molto bello, perfetto per le giornate primaverili che si avvicinano sempre più.

  6. Mi spaventa tanto il dopo, forse ancora più di oggi, ma ovviamente spero arrivi presto! Però posso aggiungere una cosa frivola? Non so cosa indossare dopo che finirà il tutto per rivedere il mio fidanzato! Non siamo mai stati lontani così tanto tempo… e quel vestitino che indossi tu in questo articolo mi ha dato un’ispirazione!

Lascia un messaggio nel nostro Fashion Blog

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.