Paris in black and white

Paris in black and white. Scatti in outfit della collezione GPC. Gianpiero torna alle sue origini di architetto e crea la sua linea di abbigliamento

Paris in black and white.

Non parliamo solo delle suggestioni evocative create dal nome, ma di una vera e propria tabula rasa che il designer ha deciso di realizzare…ed io per questo outfit realizzato a Paris in black and white Dopo anni di esperienza al fianco di Gianfranco Ferré e molti “no” destinati a marchi di altrettanta rilevanza, Gianpiero torna alle sue origini di architetto e crea la collezione GPC – acronimo delle sue iniziali. Nella sua primavera/estate 2017 imperversano i richiami alle forme lineari e geometriche, linee pulite che ormai è difficile trovare nelle dilaganti collezioni super estrose.
La laurea in architettura al Politecnico di Milano si fa “sentire” e si manifesta nell’accostamento tra design grafico e sensibilità per le arti decorative: dai piccoli dettagli neri sul retro delle sue T-shirts ai triangoli e quadrati intarsiati su camicie e gilet, sia in tessuto che in jersey. In altre parole, armonia delle forme geometriche.
Al pari delle forme utilizzate, anche i colori sono basici, puliti.
Solo il bianco ed il nero per la sua collezione, così anche per le litografie d’epoca stampate sulle T-shirts.
Il bianco predomina, o “still white” come lo stesso Giampiero preferisce chiamarlo, suggerendo quell’aria di rinascita e di rigenerazione che la nostra mente ricollega al colore della purezza. Ecco il perchè della mia scelta negli scatti a Paris in black and white.
Bianco come bandiera bianca, come pace con le vecchie armi della moda, come dialogo con i nuovi elementi dello stile; o ancora, bianco come scheda bianca per ricordare che non sempre è obbligatorio partecipare al gioco, che anzi talvolta è meglio astenersi.
Restando in tema di simbolismi, non si può non fare riferimento alla civetta che Colombo ha impresso sui tirelli delle zip.
Forse per fare riferimento ad Atena, dea greca della sapienza e della tessitura, che ne portava sempre una sulla spalla secondo la mitologia.
O forse per sfidare quella stupida diceria che associa l’animale alla sfortuna – questione tutta da discutere, vista la diversità di opinioni che si registra in merito.
Una linea decisa, almeno quanto lo sono le idee che Colombo vorrebbe diffondere nel suo nuovo progetto: neologia dell’abbigliamento e storia del futuro in bianco e nero.
Si direbbe che Gianpiero è lui stesso un uomo dalle scelte nette e coraggiose, come dimostrato prima dalla sua carriera e, adesso, dalla sua collezione.

Mattia

We don’t speak only about the suggestions created by the evocative name, but a veritable tabula rasa that the designer has decided to create for this outfit … and I realized in Paris in black and white
After years of experience with Gianfranco Ferre and many “no” to trademarks of equal importance, Gianpiero is back to its origins as an architect and creates GPC collection – acronym of his initials.
In his spring / summer 2017 collection there are references to linear and geometric shapes, clean lines that is now difficult to find in rampant super imaginative collections.

White predominates, or “still white” as the same Giampiero prefer to call it, suggesting that air of rebirth and regeneration that our mind relates to the color of purity. That’s why my choice in the shots to Paris in black and white.
White as the white flag, as peace with the old fashion weapons, such as dialogue with the new elements of the style; or again, as white as white card to remember that it is not always required to participate in the game, which indeed it is sometimes better to abstain.
Staying on the subject of symbolism, one can not see the owl that Colombo has imprinted on the zippers.
Perhaps to refer to Athena, the Greek goddess of wisdom and weaving, which he always carried around on the shoulder according to mythology.
Or perhaps to challenge that silly rumor that associates the animal with bad luck – an issue to be discussed, given the diversity of views that exists on this.
A sharp line, as much as they would like to spread the ideas that Columbus in his new project: neologia clothing and history of the future in black and white.
One would say that Gianpiero is himself a man of clear and courageous decisions, as demonstrated by his first career and, now, from his collection.

Mattia Lo Re
paris in black and white

2-2

2-3

4-3-copia

5-4-copia

 

Mattia Lo Re
Mattia Lo Re

Interior Design, Fashion, Men Fashion Blogger fratello di Alessia (collaboratrice per la parte fashion ed eventi su Milano) mi sono laureato allo Ied di Milano in Interior Design con il Progetto ideato per la Virgin Active. Tra le mie grandi passioni troviamo anche la moda…l’attenzione per il dettaglio sia negli outift di tutti i giorni che in quelli serali è alla basa del mio abbigliamento.

4 Comments

Lascia un messaggio nel nostro Fashion Blog

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.