negozi vintage roma: vintachic

Negozi vintage Roma: a spasso nel tempo fino al cuore più vintage di Roma dove il tempo ferma tutti i suoi orologi e manda in scena la moda… straordinariamente Vintachic.

Ecco il racconto di un viaggio tra i negozi vintage Roma. Silenziamo il telefono, disconnettiamoci dal mondo di oggi, dalla nostra realtà. Per poco, solo per pochi minuti, ma facciamolo. Riempiamo la tazza di caffè, fino all’orlo, prendiamo l’album fotografico e mettiamoci comode. No, notebook e tablet lasciamoli al loro posto, non è nell’album digitale che adesso dobbiamo entrare, non sono le nostre foto ora da sfogliare.
Soffiamo via la polvere se la tecnologica frenesia quotidiana ce l’ha fatto accantonare troppo a lungo ed apriamolo con delicatezza perché le fotografie incollate con tanta cura non volino via. Sono in bianco e nero e se in quelle più recenti il colore c’è i suoi toni appaiono estremamente sbiaditi, è l’album fotografico delle nostre nonne. E delle nostre mamme.
Sfogliamo l’album, ammiriamo una ad una tutte le foto, non troveremo un solo lungo, accollato e castigato abito delle nostre nonne al quale non siano sfuggiti un pizzo ed una trina, sbuffanti sui polsi e attorno al collo ad urlarci dalla foto stessa l’estrema femminilità di quelle donne, fili di perle attorcigliati attorno agli anni delle due grandi guerre. Guardiamole bene, osserviamole con attenzione, in ognuna un velo a dissimulare sguardo e decolté, stelle perle e camei ad impreziosire orecchie e mani, magnifiche spille a fissare sul petto di ciascuna il loro essere elegantemente donne. Di altri tempi e straordinariamente attuali.
Sfogliamo l’album, i colori cominciano ad apparire e seppur sbiaditi dal tempo non digitale accecano con lo scatenato entusiasmo della rinascita. Le gonne si accorciano e si gonfiano come tante campane, i colletti allacciati non contengono la frenesia del mondo che si sta risvegliando e tutt’a un tratto, all’improvviso, esplode e si stampa su vestitini e cappotti che gambe e ginocchia le lasciano libere di ballare al suono del jukebox perché c’è festa grande e la festa la indossano tutte le nostre mamme. E indossano i grossi e variopinti fiori dell’emancipazione impressi su lunghi vestiti ed infilati nei cannoni a soffocare disagi violenze e discriminazioni e liberare la vita con il più acceso e irriverente stile hippie.
Pochi minuti avevo detto, ma la moda non conosce il tempo e gira in tondo nei minuti e dentro gli anni per riaffiorare dalle fotografie nel vintage più attuale.
Chiudiamo l’album fotografico, ma non lo abbandoniamo più nei nostri gomitoli di oblio. Ridiamo voce al cellulare se vogliamo. Ed usciamo di casa, facciamo due passi per il centro di Roma. A Via Leccosa, nel cuore pulsante della Città Eterna, c’è un piccolo cuore che pulsa fuori dal tempo. Entriamoci dentro quel cuore, entriamo a Vintachic, insieme. E insieme, infilati tra deliziosi cappellini, ricamati su emozionanti abiti da sposa e da cocktail, incastonati in spille per donne e gemelli per gli uomini, troveremo gli anni ’30 e ’40 con ancora addosso l’inebriante profumo della belle epoque, gli anni ’50 in fermento e fibrillazione e gli esplosivi anni ’60 a cavallo della Vespa che corre in discesa, troveremo, lì, gli anni ’70 ubriachi di fiori e di rivoluzione. Lì dentro, a Vintachic Roma, troveremo le donne di tutte le epoche a provare abiti e sfilare davanti agli specchi insieme a noi. Con il tempo ad attenderci fuori la porta di ingresso.
Alessandra

Un grazie particolare a Barbara Molinario per l’evento “Di che Vintage sei?”

 

 

Rome vintage shops are now one of the most popular stores in the city, me and esmeralda had the chance to deep dive in one of them, Vintachic.

It was like being immediately teletransfered back in the past. Here are some of our findings

Alessandra

negozi vintage romanegozi vintage romavintachic1 (3)vintachic1 (10)vintachic1 (7)vintachic1 (2)vintachic1 (6)vintachic1 (11) vintachic1 (12)

Ecco la mia bisnonna.

vintachic1 (13)

Mia nonna

vintachic1 (9)

 

 

16 Comments
  1. Avete colto due cose che amo molto, guardare le vecchie foto della mia famiglia, quelle dei miei genitori, coi loro look anni’70 e il loro entusiasmo easy che li faceva girare come trottole e quelle dei miei nonni e bisnonni, bellissimi nelle vecchie foto seppia, perfetti e eleganti come attori, seppur persone semplici con vite complicate, come i tempi tristi che sono stati costretti a vivere…e poi la curiosità da esploratrice che ho nell’entrare nei negozi vintage. Questo sembra fantastico! Insomma…la prossima volta mi portate con voi?!

Lascia un messaggio nel nostro Fashion Blog

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.