Maserati Ghibli Diesel: rottura motore

Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on email

Questa è la storia vera di una Maserati Ghibli diesel del 2016 e dell’impensabile: la rottura del motore. Sì lo so che il marchio Maserati mal si associa alla parola “rotto” ma l’imponderabile confonde la mente. E siccome quello che è successo è ai confini della realtà vi racconto questa storia come se fosse una favola (o quasi) senza lieto fine. Siete pronti?

maserati ghibli rottura motore

C’era una volta una Maserati Ghibli diesel del 2016, una macchina sana e robusta color champagne che mai avrebbe pensato di essere colpita dal dramma di tutte le sorellastre sfigate: la rottura del motore. No a lei, la regina di tutte le auto, non sarebbe mai successo: piuttosto questo è un evento che sarebbe potuto accadere alla sua chiassosa sorellastra, la Ferrari.

Ma lei, la Maserati Ghibli, come una vera aristocratica, sa come comportarsi. Sa che con le giuste cure non incapperà mai in questo problema.

La sventurata non aveva idea della grande sorpresa che questa storia le avrebbe riservato.

La Maserati Ghibli diesel era destinata a subire l’onta della rottura del motore

La Maserati Ghibli diesel era nata nel 2016 e subito le era stato detto di essere di un nobile casato. Ben presto si rese conto che le sue origini nobiliari erano state “sporcate” dai successivi matrimoni  dei suoi avi.

Tra Lancia, Fiat e Alfa Romeo, la Maserati si era dovuta tristemente rendere conto di non avere più lo stesso lignaggio di coloro che l’avevano preceduta.

Lontani erano i giorni in cui la sola vista del tridente faceva chinare il capo di chiunque la incontrasse.

Però la Maserati sapeva di doversi comunque tenere in forma, per questo spendeva molti soldi per essere curata esclusivamente da casa madre. Quindi, mai e poi mai si sarebbe immaginata di ritrovarsi con il motore rotto dopo soli 4 mesi dall’ultimo tagliando.

La vergogna si impossessò della povera berlina che si rese conto di essere non più sorellastra ma bensì sorella della odiatissima FIAT.

Le avevano per caso montato lo stesso motore?

E qui si chiude la prima parte della brutta fiaba…..

L’inconsistenza del Servizio Clienti Maserati è al limite dell’indecenza

Ecco la storia della Maserati Ghibli Diesel raccontata da noi:

Qualche tempo fa, mentre guidava, mio marito ha sentito un rumore al motore, si è preoccupato e si è immediatamente recato presso il concessionario Samocar (da cui è stata acquistata l’ auto) dove gli è stato detto, dopo qualche giorno, che c’era un problema al motore, che Samocar non poteva diagnosticare la natura del danno in quanto non autorizzata da Maserati a aprire il motore e che era necessario quindi o cambiare l’intero motore (al costo di 24mila euro, con possibile contributo di Maserati) o il TOP KIT (importo non quantificato). Per correttezza, vi dico che la macchina aveva 95 mila chilometri e non ha più la garanzia.
Ho quindi chiamato il servizio clienti Maserati il quale, dopo aver appurato che la macchina era sempre stata puntualmente tagliandata da Samocar (l’ultimo a gennaio 2021), mi ha riferito che sarebbero tempestivamente intervenuti con la concessionaria.
Tanto tempestivamente che a distanza di 2 settimane non avevamo ancora notizie della macchina, sia per quanto riguarda la ragione del danno che per le tempistiche.
Pensate che nel frattempo non ci è stata nemmeno fornita un’auto di cortesia e che in questi 5 anni abbiamo speso circa 9k euro di tagliandi!
Dato che SAMOCAR non è autorizzato a aprire il motore mi sarei aspettata che la vettura fosse richiamata a Modena per indagare sulla ragione del danno e sull’intervento da fare. Non pago 24 mila euro (ma nemmeno 2000) per cambiare un motore senza sapere cosa è successo e soprattutto senza sapere se succederà di nuovo.
Attraverso il nostro avvocato abbiamo inviato a SAMOCAR e Maserati una pec per chiedere informazioni e il contributo totale alla riparazione a questa PEC è stato risposto solo dopo sollecitazione (capito?), con l’invio del preventivo di circa 30k euro per la sostituzione del motore con un contributo al 50% di Maserati.

Tutto questo senza nemmeno una telefonata del Servizio Clienti, senza sapere cosa fosse successo al motore (magari era colpa nostra e di come era stata guidata no? Se uno lo sa previene un nuovo problema).

La voce Customer Care compare solo all’invio del preventivo e per la scontistica del 50%.

A questo punto ho deciso di scrivere al Servizio Clienti Maserati questa mail a cui non ho ricevuto mezza risposta e men che mai una telefonata.

Gentilissimi, 

Avendo finalmente ricevuto l’agognato preventivo sui cui ragionerò meglio nei prossimi giorni, consentitemi le seguenti osservazioni da cliente, chiedendovi di leggerle attentamente nell’ottica Customer Care da voi citata e a me ben nota dal momento che provengo da una ventennale esperienza come direttore Sales & Marketing in multinazionali farmaceutiche di primo livello . 

Premetto che la Maserati Ghibli in oggetto, ha per me un valore sentimentale particolare in quanto è stata un dono per mio marito con cui volevo ringraziarlo del suo aiuto nel gestire una situazione personale alquanto difficile. 

Ho puntato sul marchio Maserati basandomi sulle entusiastiche esperienze riferitemi dai miei genitori che, negli anni 70/80, erano felici proprietari di una Maserati e di una Ferrari. 

Ero quindi certa di acquistare lo stesso marchio prestigioso, vanto nazionale in termini di qualità del prodotto e dei servizi annessi. Ma mi rendo conto, con enorme rammarico, che non è così. 

Sono ben cosciente che la garanzia è scaduta, mi sorprende invece il fatto che vi basiate su questo per liquidare la questione così velocemente. Quasi come se foste consapevoli che non stiamo più parlando del marchio Maserati di cui sopra ma di uno dei tanti brand di FCA (cioè, ancora più banalmente….FIAT). 

Ciò che mi preme sottolineare è che questa autovettura, che ho comprato come un purosangue di medio livello (pagando immediatamente e senza alcun finanziamento) si è rivelato un vero e proprio ronzino, nonostante sia sempre stata ESCLUSIVAMENTE visitata e curata da voi e dal vostro concessionario SAMOCAR, presso cui sono stati lasciati (a questo punto mi chiedo a che titolo), circa 9000 euro in tagliandi.  

In ottica di Customer Care (e di Customer Orientation) dal momento che è chiaro che non sono un acquirente improvvisato ma sono il tipico cliente ad alto grado di LOYALTY e COMPLIANCE, avreste dovuto curare la mia fiducia in modo più attento, come mi sarei aspettata da un’azienda del vostro livello. 

Perché sono proprio io il cliente fidelizzato che potrebbe effettuare un altro acquisto e che potrebbe garantire a SAMOCAR di fare tutti i suoi inutili e costosissimi tagliandi (con tanto di cambio pezzi motore eh?). 

Conscia delle procedure che vigono al livello di aziende del vostro fatturato e anche superiore mi aspettavo che nel momento in cui il vostro super cliente fiducioso e loyal si trovava a subire un improvviso e imprecisato guasto al motore della vostra pregiatissima autovettura vi sareste attivati IMMEDIATAMENTE per verificare la CAUSA e l’entità del danno, assicurandovi, contestualmente, di fornire una tempestiva e robusta comunicazione.  

Mi aspettavo, dopo il MIO contatto con il vs servizio clienti,  l’intervento del controllo di qualità, per indagare il motivo per cui il motore di una MASERATI regolarmente tagliandata e su cui sono state messe solo le VOSTRE mani, si è rotto. 

E invece nulla di questo è stato fatto, nessuna comunicazione se non sollecitata, e nemmeno una macchina di cortesia. Dal lontano 11 maggio, il rottame giace presso SAMOCAR dove forse, ogni giorno, qualche meccanico si accorge della sua presenza e prova a ripararla con la sola forza del pensiero.  

Alla luce di tutto questo mi dovreste spiegare esattamente  l’atto di fede che mi state chiedendo.  

Io non so il motivo per cui si è rotta, non so COSA si è rotto, ciononostante dovrei pagare 14mila euro  per sostituire l’intero blocco motore? Mi state per caso chiedendo di fare un trapianto di fegato perché vi riferisco un dolore al fianco destro? Perché non posso sapere cosa è successo alla mia macchina? Sì è vero, date un contributo al 50% ma per cosa? Come è possibile che io non possa sapere cosa è successo alla mia macchina? Come posso fidarmi che il problema non si ripresenti tra 2-4-6 anni? 

Secondo voi sono ancora il cliente loyal e fiducioso di cui sopra? Penso, con una certa sicurezza, che comprenderete la mia grande, grandissima preoccupazione.

Nei prossimi giorni verificherò nei vari forum Maserati se esistono altre esperienze come la mia per provare a confrontarmi con altri clienti, magari qualcuno saprà aiutarmi a capire meglio ciò che è successo.  

Di certo questa risposta non l’ho avuta da voi. A questo punto devo rivalutare la figura del caro vecchio meccanico di fiducia, quello che sa tutto di motori e che avrebbe individuato il guasto semplicemente sapendo dove mettere le mani. Con queste considerazioni vi lascio e vi farò sapere se deciderò di procedere con la riparazione. 

Resto comunque a vostra disposizione nel caso in cui voleste fornirmi una risposta concreta alle mie considerazioni da cliente estremamente deluso.

Zero risposte, zero telefonate….ho ripreso la macchina e l’ho venduta privatamente (in pratica l’ho regalata).

Non mi servono i soldi di Maserati, mi servono delle scuse….

E voi che ne pensate di questa storia?

Sappiate che di un caso simile potete leggere qui e che la macchina l’avete vista qui.

maserati ghibli diesel rottura motore

Selvaggia Capizzi

Selvaggia Capizzi

fashion blogger di roma, influencer over 40 amo condividere la mia passione per la moda e soprattutto definirmi l'unica, vera, originale (s) fashion blogger

20 risposte

  1. Maserati è uno dei marchi più rinomati nel campo automobilistico, davvero mi sorprende che siano caduti così in basso con il Servizio Clienti. Sono sempre rimasta affascinata dalle loro automobili, è davvero un peccato che si siano comportati in questa maniera nei vostri confronti!

    Quindi, alla fine, non si è capito in che modo si sia arrecato danno? Zero, proprio?

  2. Io non guido, ma persino una sdatta di auto come me conosce il nome Maserati e sono rimasta allibita davanti al racconto. Un marchio così importante con un servizio clienti così inefficiente.

  3. Bel Blog e bel articolo e complimenti per la pazienza e per l’educazione. Io al suo posto? Mazza da Baseball e spedizioni al reparto intensivo degli operai della suddetta firma vedi che con un po’ di mazzate fra i denti la gente fa bene il proprio lavoro. Io non credo si parli di indigenza o inefficienza ma truffa ai danni di un consumatore non che atti vandalismo di proprietà ora non ricordo il termine esatto di quel reato….comunque davvero mi dispiace ma il mio consiglio è tornare la con una mazza da basebal e spedire qualcun al ospedale vede che poi la trattano come una regina io che non ho pazienza per nulla farei di peggio:)

  4. Maserati è uno marchio di quelli che ci rappresentano e con orgoglio o perlomeno credevo così !
    Non è plausibile il loro comportamento, sono caduti così in basso con il Servizio Clienti.

    Quindi, alla fine, non si è capito il vero motivo del danno?

  5. What a bad example of customer service from a luxury car brand – I don’t understand why they did not help you! So sorry you had to deal with this! I hope you were able to buy a new car from another brand!

    Hope you are having a good weekend 🙂 Another rainy day here.

  6. LOL I guess money can not buy everything this reminds of an experience I had in the Gucci store within Macys. The sales clerk was so lazy and inattentive. First after ordering tights she just slapped them down and was like “here” I had to ASK for a bag, I mean they are tights they could get nicked if I just through them in my bag, not to mention when I am paying $100 for tights I expect a bag. But then when I get home turns out they were socks!!! She was so lazy and could not even check to make sure they were tights. Took them back for a full refund will never shop there again and only go directly to the Gucci store.

    Allie of
    http://www.allienyc.com

Lascia un messaggio nel nostro Fashion Blog

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *