I mirabolanti viaggi della (s) fashion blogger: Campagnano

I viaggi della (s) fashion blogger vi portano oggi a Campagnano un simpatico paesino alle porte di Roma: perché questa location? Beh perché ha una storia dietro, ha un bellissimo borgo e…..è dietro casa mia!!!!

La (s) fashion blogger ricomincia a viaggiare e questa volta la destinazione è Campagnano.
Distanza percorsa: 10 km. Traffico incontrato: una mucca pazza, una pecora che non ha messo la freccia per sorpassare ed un riccio con ideazione suicidaria!
Campagnano è un bellissimo paese alle porte di Roma, una location ideale per questi scatti. Peccato che nessuno si faccia gli affari propri.
Quindi mentre scattavamo queste foto avevo i seguenti spettatori: la signora alla finestra, la vecchina che invece di entrare in casa ha deciso che poteva farmi a assistente, il signore che pensava che fossi una modella (sarò un po’ troppo vecchia??).
Per fortuna alla fine siamo riusciti a scattare lo stesso ma vi dico che è stata una vera e propria sudata.
Inoltre ero vestita anche in maniera molto semplice rispetto ai miei standard: una maglietta di Hard Rock Cafè, i miei primi cut out boots ed una gonna di Zara acquistata per soli 10 euro.
Immaginate quindi le facce dei locali se mi avessero vista in uno dei miei look stravaganti….avrei avuto tutto il paese tra gli spettatori!

The (un) fashion blogger starts to travel again and this time she lands in Campagnano
Travel distance: 10 km. Traffic alert: a mad cow, a sheep that did not put the arrow to overtake and a hedgehog with suicidal ideation! 
Campagnano is a beautiful village on the the northern part of Rome, an ideal location for these shots. Too bad that people didn’t mind their own business. 
So while we were shooting these photos we had the following audience: the lady at the window, the old lady who, instead of entering her house, decided that I needed an assistant, the gentleman who thought I was a model (I am way too old for that). 
Luckily in the end we were able to shoot the same but let me tell you that it was a real hell. 
Besides, I was also dressed in a very simple way if compared to my standards: a  Hard Rock Cafe T-shirt, my first cut-out boots, and a Zara skirt purchased for just 10 €. 
So imagine the faces of the locals if I had shown up in one of my outrageous outfits…. I would have had the whole village as audience!

Zara skirt
Jonak Zime cut out booties found @Sarenza
Virgola Fashion necklace
Sodini bracelets
Essequadro sunglasses

Francesca Romana Capizzi
Francesca Romana Capizzi

fashion blogger di roma, amo condividere la mia passione per la moda e soprattutto definirmi l'unica, vera, originale (s) fashion blogger

107 Comments