Flashback on Selvaggiastyle: The Karenina Chronicles

PLEASE VOTE MY FASHIOLISTA LIST BY CLICKING HERE AND LIKING IT ON THE UPPER RIGHT CORNER OF THE PAGE

I believe that almost nobody had the chance to read this post. It was one of the first I wrote on my former blog Selvaggiastyle.
I found out that initially my blog had a hilarious twist that is now somehow lost.
If you have the patience, bear with me 5 minutes and read about how I got my first great bag: the Dior Karenina


Chapter 1 
I moved to compassion my hubby …. the Karenina will be mine… sooner or later though. 
I went to Dior just to take a look at it and it was there, but the color was wrong! 
“I would like it grey please”
“There is no grey Ma’am, if you want there is brown or grey-white” 
“But could you check with another Dior store?” 
“Well let’s see, I ask the other shops and I’ll let you know” 
“Hello? I came yesterday evening at 8,  have got any information about the Karenina? 
No, not the book that I have it already, thanks.”
And that’s how I discovered at the end that the-soon-to-mine grey Karenina is having a cruise free Athens to Rome: hopefully not take too much sun otherwise it will turn to brown! 
Chapter 2 


The Karenina is still missing … hopefully it has not been sold to someone else while on the ferry. 
Meanwhile my husband has fainted when I told him how much it cost!
Chapter 3 

Tragedy! The entries give now for sure that my poor grey Karenina and her twin sister (they were two) have sunk together with the ferry that would have led them to Rome! 
Unfortunately, the lifeboats were all occupied by an expedition of Chanel Handbags that are the only survivors. 
At this point, since the funds have already been allocated and would be lost if not used, tomorrow I’ll organize a tour to evaluate new horizons. 
I would be oriented towards a Chanel since they arrived safely here but I am open to suggestions … … only that next time I’ll choose bags which are able to swim! 

Chapter 4 

And here is the the plot twist: after days and days spent first in the sea and then on a desert island my  Karenina bag was rescued by a cargo ship. The twin sister is lost unfortunately (remember the bags embarked were two). 
The problem is that due to sun exposure…. the Karenina is now black!!!! 
But the bag is worth all the money spent. 
It’s really beautiful and well-made. 
Leather quality is sublime!!!
I am now the proud owner of a tanned Karenina bag!!!
Capitolo 1
Ho mosso a compassione il mio maritino….la Karenina sarà mia….prima o poi però.
Gia perchè sono andata da Dior giusto per buttare un occhio (che però è rimasto incollato lì) e alla fine l’ho vista: era lì, ma il colore era sbagliato!

“Io la vorrei grigia e grande per favore signora commessa”
“Grigia e grande non c’è signora, se vuole c’è marrone o bianca”
“Ma grigia non si può trovare in un altro negozio?”
“Beh vediamo, chiedo agli altri negozi e le faccio sapere”
“Pronto? Scusi sono passata ieri sera alle 8, non è che per caso avete avuto informazioni sulla Karenina? Non Anna, intendo la borsa, il libro ce l’ho già grazie.”

Ed è così che la mia futura (speriamo) Karenina grigia e grande si sta facendo una crociera gratis Atene-Roma: speriamo non prenda sole sennò mi diventa marrone!

Capitolo 2
Ancora non arriva….speriamo non se la siano rivenduta sul traghetto….
Nel frattempo mio marito è svenuto quando gli ho detto quanto costa

Capitolo 3
Tragedy! Le voci danno ormai per certo che la mia poveraKarenina grigia e la sua gemella sono affondate con il traghetto che le avrebbe condotte a Roma! Putroppo sono spirate come il personaggio interpretato da Leonardo di Caprio in quanto le scialuppe di salvataggio erano state tutte occupate da una spedizione di borse Chanel che sono le uniche sopravvissute.
A questo punto, visto che i fondi erano già stati stanziati ed andrebbero perduti se non utillizzati, domani organizzarò un giro di ricognizione per valutare nuovi orizzonti.
Sarei orientata verso una Chanel visto che si sono salvate ma sono aperta a suggerimenti…..solo che la prossima volta sceglierei borse che sappiano nuotare!

Capitolo 4
Ed eccolo qui il colpo di scena: dopo giorni e giorni passati prima in mare e poi su un isola deserta (assieme ai famosi!) la mia borsa Karenina è stata tratta in salvo da un cargo battente bandiera libanese. Della gemella non v’è traccia purtroppo (ricordo che le borse imbarcate erano due).
L’unico dettaglio è che a causa del troppo sole….è diventata nera!!!! Ringrazio la povera commessa di Dior che si è fatta in 4 per cercare di aiutarmi. Credo che per un mese si darà malata!
Che Carrambata!!!
Momento serietà: la borsa vale tutti i soldi spesi. E’ davvero bella e di ottima fattura. La qualità della pelle è sublime ma diciamo che Dior poteva spendere qualche bajocco in più per il proteggi borsa che così sottile non ce l’ha nemmeno il senegalese che ti vende quella contraffatta! Tsk, Tsk!!
Francesca Romana Capizzi
Francesca Romana Capizzi

fashion blogger di roma, amo condividere la mia passione per la moda e soprattutto definirmi l'unica, vera, originale (s) fashion blogger

48 Comments
  1. wow, what a gorgeous bag! i can see why you wanted it so badly. black is a nice color though i can see why you wanted grey too! how funny that picture of your husband "fainting."

    spinning-threads.blogspot.com

  2. Hahahahah! How talented your are!!!! Why don't you write more "fashion tales"?

    The fainted husband is a really nice touch!

  3. Finally you own one!! I like it black, more wearable>! but in grey was very nice too…Dior bags are fantastic, it doesn´t matter the color! i am mad for big Lady dior on grey Pearl…maybe one day i´ll own one 🙂 i hope soo!
    Buona giornata, molti baci amica 🙂

  4. Wow, this is a gorgeous bag! Thank goodness, it made it to land safely! 🙂 Thanks for the sweet comment, Francesca! Gave you an award too. Hope you could drop by and pass it on. :)xx

  5. ahahahahah Fra io ti giuro che mi fai morire dal ridere!!!!tra quando è svenuto tuo marito, la Anna Karenina e il boat trip della borsetta mi sento male!:)

Lascia un messaggio nel nostro Fashion Blog

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.