Come muoversi a Venezia

Oggi, io e il team The Fashion Mob vi diciamo come muoversi a Venezia senza fare la fine che abbiamo fatto io e Fabrizia l’ultimo giorno, quando io ho anche rischiato un infarto!  Leggete qui!

come spostarsi a venezia

E’ davvero fondamentale che tutti sappiano come muoversi a Venezia, perché vi assicuro che in tanti anni di vita (e io ne ho davvero tanti) ho sentito le ipotesi più improbabili tipo prendere il pullman, il motorino o la macchina.

Chi ci è stato sa perfettamente che per muoversi a Venezia esistono solo due modi: o a piedi o in acqua. Il che non significa che dovete nuotare visto che un solo tuffo nei canali veneziani potrebbe generare una mutazione genetica e trasformarvi nel mostro della Laguna.

Come muoversi a Venezia quindi?

La città non è molto grande quindi la prima soluzione, la più economica è quella di muoversi a piedi.

Il che vuol dire che dovete indossare scarpe molto comode per fare su e giù per i 100 mila ponti e ponticelli della città.

Ma girare a piedi per Venezia è davvero la soluzione migliore perché scoprirete tantissimi angoli nascosti come questo che potrebbero sfuggirvi se la visitaste via mare.

La seconda alternativa è quella di muoversi a Venezia con i vaporetti, delle imbarcazioni che hanno la funzione di veri e propri autobus della laguna con tanto di fermate e biglietti.

L’unico problema che incontrerete è che muovendosi in percorsi obbligati, dettati dalla disposizione dei canali, il tragitto è quasi sempre lunghissimo.

Il che vuol dire che se avete poco tempo a disposizione vi conviene andare a piedi.

Esiste un terzo modo per muoversi a Venezia, quello più rapido ma anche più costoso, i taxi su acqua.

Si tratta di veloci motoscafi che in modo rapido ed efficace raggiungono la destinazione che volete.

Ma la velocità si paga, ricordatevelo.

Gli inconvenienti che si possono incontrare a Venezia

Ed eccoci alla parte più divertente (per voi che leggete) di questo post.

La disavventura che è capitata a me e alla mia amica Fabrizia. Come sapete eravamo ospiti dell’ Excess Hotel a Venezia e il giorno in cui dovevamo ripartire la proprietaria dell’hotel aveva prenotato un taxi per noi.

Che però non si è presentato. A quel punto chiamarne un altro sarebbe stato del tutto inutile perché rischiavamo di arrivare alla stazione dopo che il nostro treno era già ripartito.

A quel punto abbiamo deciso di farcela tutta a piedi con le nostre due valigione. Distanza da percorrere: 1,1 km.

Su carta assolutamente fattibile ma nella realtà non è andata proprio così a causa dei 12 ponti che ci separavano dalla stazione.

Non si tratta di ponti impegnativi se fatti senza carichi pesanti, ma sono diventati insormontabili con le due maxi valigie che portavamo con noi.

Al decimo ponte ho davvero pensato di morire d’infarto e di finire la mia vita in uno dei tanti canali veneziani ma alla fine ce l’ho fatta e quando siamo arrivate in stazione ho baciato la terra come Cristoforo Colombo quando è approdato in America (pensando di essere arrivato in India!)

Ph. Credits @Chiara Gasbarri

Biker jacket by Gio Cellini found at Showroom Gierre 

giacca pelle gio cellini

muoversi a venezia

muoversi a venezia

the fashion mob

the fashion mob

muoversi a venezia

Selvaggia Capizzi
Selvaggia Capizzi

fashion blogger di roma, influencer over 40 amo condividere la mia passione per la moda e soprattutto definirmi l'unica, vera, originale (s) fashion blogger

29 Comments

Lascia un messaggio nel nostro Fashion Blog

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.