Borse italiane in vera pelle Carditosale

Spero che siamo tutti d’accordo a favorire il Made in Italy in questo momento così difficile per tutti. Ecco perché oggi vi presento le borse italiane in vera pelle di Carditosale, Non sono borse comuni e possono competere con i marchi più noti senza temere di perdere.

borse italiane in vera pelle

Nonostante una crisi di governo che in questo momento non ci sta proprio, è importante che almeno noi italiani comuni mostriamo di voler aiutare il nostro bel paese, scegliendo di comprare Made in Italy. Ecco perché oggi vi faccio conoscere un brand di borse italiane in vera pelle e di qualità pari a quelle di marchi di lusso. E lo posso affermare con estrema certezza visto che nel corso degli ultimi 10 anni ho abbondantemente “investito in borsa”.

Il brand si chiama Carditosale e ora vi spiego come nasce il nome e perché  dovreste acquistare una loro borsa.

Carditosale, borse italiane in vera pelle dalla qualità eccellente

Sono almeno 5 anni che non compro una borsa di lusso. Dopo gli estremi innamoramenti di qualche anno fa non ho più trovato nulla che mi catturasse il cuore.

Poi un paio di mesi fa ho visto la Midnight in spider di Carditosale e finalmente ho trovato una nuova borsa da amare.

Quando è arrivata a casa e ho aperto il pacco sono rimasta davvero sorpresa.

In genere, quando compro on line, sono più le volte che rimango delusa di quelle in cui sono soddisfatta dell’acquisto.

In questo caso l’acquisto ha addirittura superato le aspettative: la borsa è semplicemente PERFETTA, perfetta!

La pelle, morbidissima, è di qualità superlativa (mi ricorda, anzi è meglio, la mia ex Cabas di Saint Laurent), le finiture sono in ottone nickel free.

La borsa ha un manico singolo per portarla a mano e la tracolla regolabile e rimovibile per portarla invece a spalla.

La caratterista che mi ha catturata subito è la grande cerniera frontale con doppio cursore che percorre la borsa da lato a lato.

Ammetto che, inizialmente, sono stata attratta proprio da questo particolare: mi piaceva molto il contrasto tra metallo e pelle.

All’interno, la borsa è molto capiente e ha una tasca interna rimovibile con chiusura a cerniera. Quest’ultima è davvero utilissima, io in genere faccio fatica mentre cammino a trovare le chiavi nelle tasche interne, invece la tasca interna rimovibile mi rende l’impresa nettamente più facile.

E’ davvero fantastico quando la realtà supera le tue più rosee aspettative e questa borsa entra di gran carriera nella rosa delle mie borse top.

E dietro tutto questo c’è una bellissima storia che voglio raccontarvi

Carditosale, una storia famigliare italiana di successo

Il brand Carditosale nasce nel 2016 e subito la borsa Smile  viene esportata in tutto il mondo. Il modello esclusivo ottiene un immediato successo e viene rivisitato in diverse varianti alternative, conquistando gli showroom di fama internazionale che rappresentano i templi moderni della moda. Un viaggio che parte da Milano, attraversa la strada principale del Fashion System sulle riviste più importanti (come Vogue e Vanity Fair) e arriva fino a Hong Kong, New York e Parigi.

Oggi le borse Carditosale  vengono indossate anche dalle personalità di successo più apprezzate dal pubblico: Barbara D’Urso, Le Donatella, Ambra Lombardo e Mercedes Henger.

Lo stilista dice: “Entrare nel mondo di Carditosale è varcare la porta di casa di una grande famiglia, dove la passione per il lavoro diviene scrittrice della sua storia e il sogno di diventare una giovane promessa nella moda, il motore dei suoi passi”

E la storia della famiglia è anche nel nome stesso del brand. A me l’hanno raccontata proprio così e ve la riporto testualmente:

Siamo una famiglia molto unita oltre a lavorare tutti insieme in azienda, ogni sabato sera ci ritroviamo a cena in un vecchio casolare nelle colline toscane.

Un giorno, essendo la strada molto impervia e piovuto molto era impossibile arrivare in cima con le macchine, allora mio zio (uno dei titolari del brand) ha deciso di prendere il suo 9 posti di caricare tutti in auto (eravamo circa 15/16) e di portarci su in un unico viaggio.

All’arrivo c’era mia zia con una polaroid in mano che ci ha scattato una foto (la definirei una foto molto Italiana) di noi che salivamo.

Siccome il posto si chiama Cardito, prendendo la foto in mano abbiamo deciso di chiamare il brand Carditosale (come salita proprio). Con l’idea che questo sia un viaggio, una salita per tutta la famiglia, fatica, ma divertente, piena di emozioni e sorrisi.

Ecco questa storia mi ha emozionata, un po’ perché  mi ricorda la famiglia di mia numerosa e chiassosa. E un o’ perché mi mancano quei momenti in cui ci si potevano fare certe cose, tipo entrare in 16 in una macchina!

E voi comprerete una di queste borse italiane in vera pelle?

borse italiane in vera pelle

borse italiane in vera pelle

Selvaggia Capizzi
Selvaggia Capizzi

fashion blogger di roma, influencer over 40 amo condividere la mia passione per la moda e soprattutto definirmi l'unica, vera, originale (s) fashion blogger

17 Comments
  1. Bellina la storia delle origini del nome del brand: mi ha fatto sorridere e allo stesso tempo pensare a quanto il caso possa essere determinante nello stabilire un nome. Per quanto riguarda la tua borsa: FAVOLOSA! La comprerei senza alcun dubbio.
    Maria Domenica

  2. Bellissima questa borsa, perfetta per chi come me ne cerca di capienti e fashion allo stesso tempo. Personalmente amo sostenere il Made in Italy!

  3. Such a nice story of the brand, Your bag is absolutely stunning- I like them so much. You look fabulous – confident, pretty , chic and hot at the same time dear xx

Lascia un messaggio nel nostro Fashion Blog

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.