Home Featured Zapptales quando le chat diventano album fotografici
Zapptales quando le chat diventano album fotografici
2

Zapptales quando le chat diventano album fotografici

0
2

Con Zapptales facciamo un tuffo nel passato, un tuffo nelle emozioni degli album fotografici. Un rivisitazione degli album di famiglia in chiave moderna, con foto e messaggi di WhatsApp.

Consoscete Zapptales?

Quante volte vi sarà capitato di ricevere sul vostro telefono il fastidiosissimo messaggino “Memoria in esaurimento, libera lo spazio”?

A me tante, troppe, infinite volte!

La prima cosa che facciamo è cancellare le app che utilizziamo meno. Risultato: lo spazio liberato non è sufficiente! 

Allora il passaggio successivo è quello più traumatico. Aprire WhatsApp, selezionare le chat e cancellarle!

La conseguenza di tutto questo è il nostro telefono che non ci manda più la notifica sulla memoria in esaurimento e noi che abbiamo perso tutti i messaggi ma soprattutto tutte le foto e i video con un utente.

E se in quella chat c’erano le foto di una vacanza? E se c’erano le foto di una serata speciale? Tutto perso!

Ecco che interviene Zapptales, una startup fondata da Daniel Vicen Renner che tramite sito web o app (disponibile per iOS e Android) ci permette di trasformare in carta le nostre immagini e i nostri messaggi!

Una volta ricevuta l’anteprima l’utente potrà scegliere il font del testo, lo sfondo, il colore e il tipo di copertina. Avrà a disposizione tantissime opzioni per personalizzazione il proprio album.

Tutto ciò che vi viene in mente può essere stampato! Un viaggio, una festa di compleanno, una comunione, un matrimonio, i primi passi di vostro figlio, una lunghissima amicizia.

E’ il ritorno al vecchio album fotografico, alla bellezza delle foto stampate, al piacere di sfogliare le pagine ed emozionarsi ad ogni foto.

Google Foto, Flickr, Apple Foto permettevano già di creare album con foto, immagini e screenshot salvati sul nostro PC ma Zapptales è una vero innovazione perché si basa sull’app di messaggistica istantanea più utilizzata al mondo: WhatsApp.

Come sempre, però, c’è il rovescio della medaglia: il problema della privacy.

Per creare il nostro libro fotografico dobbiamo inviare a Zapptales tutta la cronologia della chat, comprese foto, video e allegati. Tutto ciò che ci siamo detti con un amico o con la nostra/o compagna/o non resterà più segreto.

Quanti di voi saranno disposti a rinunciare alla propria privacy per realizzare un album?

David

How many times have you got warnings of “exhausted memory,no free space” on your phone?
To me many, too many, infinite times!
The first thing we do is erase apps that we use less. Result: The free space is not enough! :(
Then the next step is the most traumatic one. Open WahtsApp, select chat and delete them!
The consequence of all this is our phone that no longer sends us notification of out of memory and we’ve lost all the messages but most of all photos and videos with a user.
And if in that chat there were photos of a vacation? And if there were photos of a special evening? Everything is lost!
Here is Zapptales, a startup founded by Daniel Vicen Renner who through our website or app (available for iOS and Android) allows us to turn our pictures and messages into paper!
Once the preview is received, the user can choose the font for the text, background, color, and cover type. It will have plenty of options to personalize your album.
Everything that comes to mind can be printed! A journey, a birthday party, a communion, a wedding, your child’s first steps, a long friendship.
Zapptales is a real innovation because it is based on the world’s most used instant messaging app: WhatsApp.
As always, however, there is the reverse of the medal: the problem of privacy.
To create our photo book we have to send Zapptales all the chronology of the chat, including photos, videos and attachments. Anything we said to a friend or to our partner would not be any more secret.
How many of you will be willing to give up your privacy to make an album?

David

David Ferraro Technology “Non basta una vita per descriverci, figuriamoci una bio!” Sono il frutto di tutte le relazioni umane subite dall’11.06.1985 ad oggi. Da sempre appassionato di sport, di nuove tecnologie e di comunicazione. Henry Ford diceva: ” C’è vero progresso solo quando i vantaggi di una tecnologia diventano per tutti”. Quindi, per far conoscere alla persone l’innovazione, dobbiamo comunicarla!

Comment(2)

LEAVE YOUR COMMENT

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

12 − otto =