Home Featured Amazon Go, i supermercati senza casse del futuro
Amazon Go, i supermercati senza casse del futuro
3

Amazon Go, i supermercati senza casse del futuro

0
3

Con un video lanciato pochissimi giorni fa sulla propria pagina Facebook Amazon ha presentato Amazon Go, negozi fisici, senza file e senza casse. Amazon Go la vera rivoluzione del 2017.

Amazon Go è la rivoluzione del 2017 presentata da Amazon.

A Seattle il colosso mondiale dell’e-commerce è pronta ad aprire nei primi mesi del 2017 il suo primo negozio fisico dedicato alla vendita di prodotti alimentari. In realtà il nuovo negozio è già attivo ma è riservato solamente ai dipendenti Amazon che stanno testando il nuovissimo concetto di store.

E’ proprio così, si parla di una vera e propria rivoluzione del modo di “fare la spesa”: il mondo virtuale dell’online sbarca nel reale, portando con sé alcune caratteristiche come le modalità di pagamento.

La vera novità degli store lanciati dal colosso di Jeff Bezos è l’assenza di casse. Tutti i clienti pagheranno i prodotti acquistati tramite il proprio smartphone.

Ma come funziona questa “diavoleria”?

Per entrare in un negozio Amazon Go sarà necessario scansionare lo smartphone in un apposito lettore a barre che individuerà il nostro account. All’interno dello store avremo la possibilità di scegliere fra tantissimi prodotti come cibi pronti per la colazione, il pranzo, gli spuntini e la cena, ma anche latte formaggio, prodotti da forno dei marchi più noti al mondo e anche quelli di alcuni produttori locali.

Con un’avanzatissima tecnologia verranno individuati automaticamente i prodotti scelti dagli scaffali e inseriti nel nostro carrello virtuale. Una volta usciti dal negozio, il costo della spesa sarà direttamente addebitato sul nostro profilo utente.

Negli Amazon Go ci sarà la possibilità di acquistare i Meal Kit, degli appositi cestini con gli ingredienti e le ricette necessarie a cucinare un pasto per due persone in 30 minuti circa.

Basta vedere il video di presentazione per capire il funzionamento e scoprire come il sistema è stato studiato in modo tale da rilevare anche quando un cliente prende un prodotto, poi ci ripensa e lo posa nuovamente sullo scaffale.

Vi sembrerà di assistere a un campionato internazionale di taccheggio ma in realtà il colosso americano vuole dare a ogni cliente la sensazione di fare spese in piena libertà, senza preoccuparsi su dove mettere la spesa o di dover passare minuti su minuti in fila in cassa.

Nell’app sono dettagliati tutti i prodotti, in modo da controllare e segnalare eventuali errori. In questo modo viene eliminata la necessità di avere una cassa, automatica o con un operatore, per pagare la spesa come avviene nei normali supermercati.

Nasceranno tantissime critiche che ruoteranno sempre intorno al solito problema: l’assenza dell’interazione sociale con qualcuno.

Ma in un mondo che corre così veloce, in cui tutti vogliono eliminare le perdite di tempo, chi fa il primo passo è sempre avvantaggiato rispetto agli altri. E Amazon ha deciso di farlo.

David

In Seattle, Amazon is ready to open in early 2017 its first physical store dedicated to selling food. In fact, the new store is already running but is only reserved for Amazon employees who are testing the new concept store.
To join an Amazon Go store you will need to scan your smartphone into a barcode reader that will identify your specific account. Inside the store we will have the opportunity to choose from a large number of products such as convenience foods for breakfast, lunch, snacks and dinner, but also milk cheese, baked goods of the best known brands in the world, and even those of some local producers .
The most advanced technology will be automatically identified with the selected products from the shelves and placed in our virtual shopping cart. Once out of the store, the cost of the goods will be directly debited from our user profile.

Amazon Go is a real innovative way for shopping!

David

David Ferraro Technology “Non basta una vita per descriverci, figuriamoci una bio!” Sono il frutto di tutte le relazioni umane subite dall’11.06.1985 ad oggi. Da sempre appassionato di sport, di nuove tecnologie e di comunicazione. Henry Ford diceva: ” C’è vero progresso solo quando i vantaggi di una tecnologia diventano per tutti”. Quindi, per far conoscere alla persone l’innovazione, dobbiamo comunicarla!

Comment(3)

LEAVE YOUR COMMENT

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × uno =